• Carlo

November's rain

Abbiamo gà parlato di come attrezzarsi per un’escursione, della scelta della bicicletta e dei percorsi da prediligere.

Il tutto cambia con l’avvicinarsi della stagione invernale, stagione che non preclude affatto la possibilità di uscire, basta solo avere qualche accortezza in più.

Novembre è tra i mesi più belli per vivere il territorio compreso tra Langhe e Monferrato: i colori sono al loro massimo, l’offerta enogastronomica è al meglio, quindi perché riporre le biciclette.

Partiamo con il discorso terreno: se vi piace affrontare l’off road mettete in conto che le piogge, anche se di modesta entità, potranno rendere il terreno molto fangoso, di un fango argilloso e difficile da affrontare.

Se volete pertanto evitarvi lunghi tratti con la bicicletta in spalla come egli emuli dei campioni del ciclo cross, optate per stradine asfaltate a bassissimo traffico. Sono poco più di strade sterrate, un velo d’asfalto posato anche molti anni fa, che lascia in alcuni tratti spazio all’erba, ma che vi permette una bella scorrevolezza.

In questo caso perché non pensare ad una bici gravel, più leggera e maneggevole di una mountain bike? La gravel è pensata appositamente per terreni misti, poco tecnici ed essere molto versatile.

Lato abbigliamento: attrezzatevi per il freddo, avendo l’accortezza d’avere sempre con voi una maglia di ricambio: quando ci fermiamo per una sosta prolungata, magari una degustazione in cantina (altrimenti cosa pedaliamo a fare tra le vigne?!?!?), è doveroso cambiarsi immediatamente, indossare un capo asciutto, che ci permetta di goderci la pausa e poi ripartire nelle condizioni migliori.

Infine un vecchio adagio: due gocce d’acqua non hanno mai fatto male a nessuno. Quindi se piove una bella giacca antipioggia e fuori a goderci le colline.


We have talked about how to gear up for an excursion, the choice of the bicycle and the paths to prefer. Everything changes with the approach of the winter season, a season that does not preclude the possibility of going out, you just need to have some extra foresight.

November is one of the best months to experience the territory between Langhe and Monferrato: the colors are at their best, the food and wine offer is at its best, so why store the bikes.

Let's start with the earthly talk: if you like to tackle the off road, take into account that the rains, even if modest, can make the soil very muddy, clayey and difficult to deal with.

So if you want to avoid long stretches with the bicycle on his shoulder as he emulates champions of the cross cycle, opt for paved roads at very low traffic. They are little more than dirt roads, a layer of asphalt laid even many years ago, which in some places leaves space to grass, but which allows you a nice smoothness.

In this case why not think of a gravel bike, lighter and easier to handle than a mountain bike? The gravel is designed specifically for mixed terrain, little technical and be very versatile.

Clothing side: get ready for the cold, having the foresight to always have a spare vest with you: when we stop for a prolonged stop, maybe a tasting in the cellar (otherwise what we pedal to do in the vineyards?!?!? ), it is right to change immediately, wear a dry garment, which allows us to enjoy the break and then start again in the best conditions.

Finally an old adage: two drops of water have never hurt anyone. So if it rains a nice rain jacket and out to enjoy the hills.

4 visualizzazioni

© 2020 Miravigne Bike